Inserisci quello che stai cercando, noi ti aiuteremo a trovarlo.

Novità     Territorio    

Semestrale in crescita per Cassa Rurale FVG

Aumento di nuova clientela, sviluppo dell’attività di consulenza, crescita degli indicatori patrimoniali, economici e di solidità. Sono questi i principali elementi che caratterizzano le risultanze di bilancio della Cassa Rurale FVG al 30.06.2019.

La raccolta complessiva cresce di 28.922mila euro (+ 3,7% rispetto al 31.12.2018), grazie al contributo della raccolta diretta, in aumento di 10.949mila euro (+2%) e di quella indiretta (+ 17.974mila euro; + 8,1%). Per quanto concerne quest’ultima, continua il forte trend di crescita della raccolta gestita (16.067mila euro; + 10%), che conferma la qualità dell’attività di consulenza erogata dalla banca nell’ambito degli investimenti finanziari e l’apprezzamento della clientela. A tale proposito, risulta significativa anche l’apertura di nuovi conti correnti, che ha superato le 900 unità nell’arco del semestre. In forte crescita tutto il comparto della bancassicurazione, in particolare le polizze vita finanziarie e i fondi pensione (per entrambe crescite superiori al 12% nel primo semestre dell’anno).

Nonostante il rallentamento in atto dell’attività economica e il conseguente atteggiamento di maggior prudenza nella richiesta di credito da parte di famiglie e imprese, nel primo semestre gli impieghi vivi sono aumentati del 4% (+14.867mila euro), una crescita che ha riguardato tutte le forme tecniche di affidamento, a conferma del sostegno dato dalla Cassa a tutte le componenti dell’economia locale. Per quanto concerne in particolare le famiglie, i finanziamenti destinati alla costruzione, acquisto o ristrutturazione di immobili sono ulteriormente aumentati nel corso del semestre.

L’indice di solidità della Cassa, rappresentato dal Tier 1, ha raggiunto il livello del 19,86%, valore superiore alla media di sistema.

Il positivo andamento degli indicatori patrimoniali si è riflesso sul conto economico della Cassa, che esprime un Margine d’interesse in aumento del 6,8% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno, grazie alla crescita degli interessi percepiti dal complesso dei finanziamenti erogati e dalla gestione del portafoglio titoli di proprietà e alla diminuzione di quelli corrisposti sulle varie forme di raccolta.

Lo sviluppo dell’attività di consulenza, che ha riguardato sia gli investimenti finanziari, sia l’ambito della bancassicurazione, determina una significativa crescita delle commissioni nette (+7%), che vengono supportate anche dal buon andamento del complesso dei servizi relativi al sistema dei pagamenti.

La diminuzione del rischio complessivamente evidenziato dal portafoglio crediti della banca incide significativamente sugli accantonamenti eseguiti, che risultano in flessione del 38,3%.

La banca continua a palesare indici di copertura delle posizioni creditizie deteriorate superiori alla media di sistema, raggiungendo al 30 giugno 2019 una quota del 61% circa; particolarmente significativa è la copertura delle sofferenze, giunta ormai al 75%.

Nonostante il lieve aumento dei costi dovuto per lo più ai rinnovi contrattuali, l’utile di periodo cresce in misura significativa rispetto all’analogo periodo dello scorso anno.